Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
Famiglia Gamper
Plars di sopra 22
39022 Lagundo
Alto Adige - Italia
Tel. 0039 0473 22 15 69
Fax 0039 0473 22 15 69
www.rasnerhof.com

 
   

Il maso da 134

Il tentativo di far derivare il nome Rasnerhof da un nome proprio del tedesco antico è poco convincente. In passato si è cercato di collegare il nome del nostro maso a dei nomi o cognomi.

Nel registro dei sudditi del 1314 il proprietario del maso viene indicato come “Snello” e il maso viene quindi chiamato “Schnellengut”. Dopo che un certo Ulrich Resner aveva gestito il maso intorno al 1388, “Schnellengut” assunse il nome di “Rasnerhof”. Ciò significa che il nome successivo del maso, Rasner, venne ripreso da un nome di famiglia.

Nel 1933 il nonno dell’attuale agricoltore, il Sig. Gamper Josef Brunnermair, acquistò il Rasnerhof da un certo Ulrich Pichler. Nel 1947 lo lasciò in eredità a suo figlio Karl Gamper, nostro padre e suocero, il terzo di 12 figli; da allora è di proprietà della nostra famiglia.

Il RASNERHOF è un maso chiuso. Il paesaggio altoatesino è caratterizzato essenzialmente da insediamenti sparsi. Le radure, insieme alla casa e al fienile del contadino e ai terreni circostanti, formano un maso. Con il termine “maso” in Tirolo si intende quindi l’insieme degli edifici e dei terreni che appartengono ad un’azienda agricola. Il maso è dunque “chiuso” se non può essere diviso e deve essere lasciato in eredità come complesso unico. Il proprietario trasmette l’intero casale al proprio successore quando è ancora in vita. Nel 1526 il governo tirolese proibì la divisione delle proprietà terriere. Questo per conservare e proteggere i casali e le famiglie contadine, e per contrastare l’impoverimento. Il frequente smembramento delle proprietà terriere nell'Italia meridionale, ad esempio, ha causato la fuga dalle campagne e l'abbandono dei paesi di montagna. Durante il fascismo la legge dei masi chiusi fu abolita, tuttavia venne portata avanti spontaneamente dalla maggior parte dei contadini, finché non venne reintrodotta negli anni '50 del 20º secolo come legge provinciale.

Delle circa 19.000 aziende agricole dell’Alto Adige oltre 11.000 masi sono “chiusi”, a dimostrazione del fatto che questa oggi è una necessità ancora più attuale e più importante di allora.

I bisnonni Josef Gamper e Maria Breitenberger Gamper
I nonni Josef Gamper e Anna Jennewein Gamper
Il padre Karl Gamper, il piú giovane di tre fratelli, in grembo ai suoi nonni.

Il nonno dell’ attuale agricolotore Hans Gamper, il signor Gamper Josef (maso Brunnemair) ha aquistato il maso Rasner nel 1933 da un certo signor Ulrich Pichler. Nel 1947 Karl Gamper, terzo di dodici figli, riceva in eredità il maso Rasner, da quell’ anno il maso è in possesso della nostra famiglia.
Il maso da 134
Il maso da 134
Il maso da 134
Il maso da 134

Bookmark and Share produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
Offerte e pacchetti di vacanza
Impressioni
Richiesta express



 Fai una richiesta